Sunday, April 01, 2007

Il manifesto del mondo libero.


Fabio nel suo ottimo The Second Version riporta la versione tradotta e “italianizzata” de“Il manifesto di John Doe” di Michelle Malkin.
Il manifesto è l’espressione implicita dell’aspirazione autentica e determinata di chi crede nella libertà e pretende di continuare a vivere in un mondo di uomini liberi, ma è consapevole che dovrà lottare per questo. Perché la libertà, nell’occidente del XXI secolo, corre un pericolo più forte del secolo precedente: ora la minaccia è gravemente sottovalutata da quelle nazioni che credono, anche in buona fede, che la società multiculturale sia l’ultima sfida del mondo nuovo.
Nazioni che pur di coronare il loro sogno impossibile, non hanno pudore nel sacrificare i valori e le tradizioni che da sempre hanno contraddistinto la civiltà occidentale, senza chiedere nulla come contropartita.
E pare che queste nazioni siano ignare che l’Islam, quello vero, non aspira a vivere in un mondo d’eguali, poiché non rispetta altri che sé stesso. Gli altri, gli occidentali, sono visti come dei bimbi a cui occorre insegnare che l’unica verità è quella scritta sulle pagine di un libro di 1400 anni fa.

Queste nazioni, inconsapevolmente offrono la loro resa senza lottare, così da permettere che dal cuore dell'Europa, imam fanatici predichino l’intolleranza religiosa e coltivino l’odio verso gli occidentali; che le donne islamiche siano discriminate come nei loro Paesi d’origine; che bande di giovani fondamentalisti scatenino il loro disprezzo ed il loro razzismo anti-occidentale…

Chi non si vuole arrendere, denunciando che l’Occidente sta accogliendo nel suo grembo un cancro che ne provocherà la fine, è accusato di non voler restare al passo con la Storia; di essere una cassandra, un conservatore o, peggio, un razzista.
Personalmente vorrei che in Europa fossero accolti milioni di migranti da tutto il mondo, ma non musulmani.
Non è razzismo: è’ buonsenso.

Siamo consci di non potere criminalizzare l’intero mondo islamico: una buona parte del popolo migrante musulmano non ha alcun interesse a vedere negli occidentali dei nemici, ma gli altri, i musulmani “veri” sono una moltitudine e oltremodo radicate sono le loro folli convinzioni.
Abbiamo il dovere morale di fermarli.


Pertanto è necessario non abbassare la guardia e risolutamente sostenere che la nostra libertà non deve essere messa in discussione da chi ottusamente acconsente e promuove l'invasione di popoli saturi di fanatismo religioso.

Il "Manifesto di John Doe" è uno stimolo a difendere la nostra libertà e a lottare per essa , senza arrendersi mai.

The John Doe Manifesto di Michelle Malkin
Dear Muslim Terrorist Plotter/Planner/Funder/Enabler/Apologist,
You do not know me. But I am on the lookout for you. You are my enemy. And I am yours.
I am John Doe.
I am traveling on your plane. I am riding on your train. I am at your bus stop. I am on your street. I am in your subway car. I am on your lift.
I am your neighbor. I am your customer. I am your classmate. I am your boss.
I am John Doe.
I will never forget the example of the passengers of United Airlines Flight 93 who refused to sit back on 9/11 and let themselves be murdered in the name of Islam without a fight.
I will never forget the passengers and crew members who tackled al Qaeda shoe-bomber Richard Reid on American Airlines Flight 63 before he had a chance to blow up the plane over the Atlantic Ocean.
I will never forget the alertness of actor James Woods, who notified a stewardess that several Arab men sitting in his first-class cabin on an August 2001 flight were behaving strangely. The men turned out to be 9/11 hijackers on a test run.
I will act when homeland security officials ask me to “report suspicious activity.”
I will embrace my local police department’s admonition: “If you see something, say something.”
I am John Doe.
I will protest your Jew-hating, America-bashing “scholars.”
I will petition against your hate-mongering mosque leaders.
I will raise my voice against your subjugation of women and religious minorities.
I will challenge your attempts to indoctrinate my children in our schools.
I will combat your violent propaganda on the Internet.
I am John Doe.
I will support law enforcement initiatives to spy on your operatives, cut off your funding, and disrupt your murderous conspiracies.
I will oppose all attempts to undermine our borders and immigration laws.
I will resist the imposition of sharia principles and sharia law in my taxi cab, my restaurant, my community pool, the halls of Congress, our national monuments, the radio and television airwaves, and all public spaces.
I will not be censored in the name of tolerance.
I will not be cowed by your Beltway lobbying groups in moderate clothing. I will not cringe when you shriek about “profiling” or “Islamophobia.”
I will put my family’s safety above sensitivity. I will put my country above multiculturalism.
I will not submit to your will. I will not be intimidated.
I am John Doe.

7 comments:

Filippo said...

Io non limiterei il problema al solo "pericolo Islam", che, non lo nego, è certamente il più rumoroso. Bisognerebbe preoccuparsi più in generale dell'avvenire ETNO-CULTURALE dell'Europa. Se ad invaderci fossero Africani di fede cristiana o Cinesi o Indiani (quindi tutti non maomettani), lo si potrebbe tollerare comunque? Per me assolutamente no. Non può esistere civiltà europea (aggettivo che preferisco di gran lunga a "occidentale") senza i popoli che hanno prodotto quella civiltà. Se in Europa continua a progredire il fenomeno di sostituzione etno-demografica dei popoli europei la civiltà sarà morta: poco importa se la maggioranza sarà (più probabilmente) o non sarà islamica. Una cosa è certa: che non sarà più antropologicamente europea. Ecco perché sostengo la necessità di allargare la problematica, andando oltre l'Islam.

Un saluto,
Filippo (Fatti d'Europa)

Esperimento said...

Pensi che lo leggerà mai qualcuno dei destinatari?

Anonymous said...

Hello, I desire to subscribe for this website to get most recent updates, so where can i do it please help out.


My webpage garbage disposals

Anonymous said...

We're a bunch of volunteers and opening a new scheme in our community. Your website offered us with useful info to work on. You have performed a formidable process and our whole neighborhood shall be thankful to you.

my weblog baseball themed wedding

Anonymous said...

For most up-to-date news you have to pay a visit world wide web
and on world-wide-web I found this site as a finest web page for newest updates.


Feel free to visit my site heart rate

Anonymous said...

I like it whenever people get together and
share thoughts. Great blog, stick with it!

Feel free to surf to my blog post; gym ball workouts

Anonymous said...

Hi, I check your new stuff like every week. Your story-telling style is witty,
keep up the good work!

Also visit my webpage ... pole pruners **