Wednesday, May 16, 2007

"Vogliamo Madri che insegnino il Jihad ai propri figli"



OK, in questi ultimi tempi abbiamo visto diversi filmati palestinesi tratti da alcune trasmissioni per bambini e prodotti dalla simpatica televisione di Al-Aqsa (questo è l’ultimo).

Ma, suvvia: il mondo è consapevole che tra israeliani e palestinesi non corre buon sangue. Va da sé, che la religione della misericordia imponga ai ragazzacci palestinesi di provvedere all’educazione dei più piccoli in funzione anti-israeliana e anti-occidentale. Cosicché, quando saranno un po’ più grandicelli, si avvieranno con gioia al martirio, magari facendosi esplodere in un bus di Tel Aviv, o diventeranno abili terroristi, macellai di Allah.

Proviamo a guardare invece ai programmi per ragazzi offerti dalle televisioni di alcuni Paesi arabi “moderati”, nostri alleati.

Magari l’Egitto, vah!

La TV Al-Nas della capitale egiziana non trasmette solamente le seriose repliche serali del “film verità” su “I Protocolli dei Savi di Sion”, ma si dedica anche alle trasmissioni per i bimbi, dove teneri vecchietti raccontano delicate storie estratte dal grande libro della misericordia.

Ecco, proprio qui sopra, c’è una tenera immagine, così cara alla nostra tradizione: il nonno che racconta le favole ai suoi nipotini. Beh, forse quei bimbi non sono proprio i suoi nipotini; e mi pare che lui sia uno di quei buffi sacerdoti islamici. Ma le storie, sono certo, quelle le racconta per davvero.

Orsù clicchiamo, ed insieme ai bimbi e al buffo nonnetto, godiamoci il racconto.

7 comments:

Anonymous said...

sei un razzista sionista

Fosca said...

Oh che paroloni…brrr…. Sei arrossita/o mentre scrivevi? Quanti anni hai? 17? 18?
Bon. Spero che tu abbia lanciato un’occhiatina al post “ E’ razzismo?’”
Ti sarai ben convinta/o che… ebbene sì, sono razzista (leggi bene il post, se hai dubbi, CHIEDI)
Sionista? Certamente! Simpatizzante.
Torna pure, quando vuoi.
Ma firmati, almeno.

Esperimento said...

Beh se si pensa che in Egitto, nel museo più grande e più famoso fanno bella mostra di sé i "Protocolli dei savi di Sion", non c'è purtroppo di che meravigliarsi :((

Fosca said...

e c'avranno speso anche dei bei soldi per quella ssola :)

LiberaliperIsraele said...

te lo devo far girare

Elly said...

Ma nooo! Bellissima! L'agnello che resuscita e dice "Aoh! So' avvelenato, non me magnà!" roba sta spisciarsi dalle risate! LOOOL!!!
Ehehm... mi riprendo... la seconda parte faceva decisamente meno ridere -.-

Countrygirl said...

Prima di tutto grazie per essere passata dal mio blog
filamto da brivido...è nauseante pensare come traviano i bambini dalla più tenera età. Una piccola nota a margine hai notato come i bambini sono tutti seri, generalmente nei programmi dove vengono raccontate favole i bambini sono allegri e spensierati agghiacciante è inoltre la bambina coperta dal velo lasciando libero solo il viso.